“La rivoluzione del coniglio”: una rivoluzione alla portata di tutti.

 

La rivoluzione del coniglio 1

Non è necessario essere buddisti, omosessuali o avere un’importante malattia per leggere “La rivoluzione del coniglio” di Antonello Dose. Bisogna però essere curiosi e predisposti ad accogliere a cuore aperto la storia di un uomo, con la sua personale rivoluzione.
E’ arricchente l’opportunità di immergersi in un libro, soprattutto quando narra una storia vera, e scoprire pensieri e riflessioni che mi appartengono, seppur vivendo una situazione completamente diversa rispetto all’autore. Trovare punti di contatto nella diversità è la dimostrazione che l’uguaglianza, intesa come omologazione statica di caratteristiche stereotipate, è il rassicurante giardino di chi cerca certezze nelle apparenze.
E’ stupefacente crescere grazie al confronto, come il sentire risuonare lo spirito nella comunione di intenti.
Vi invito alla lettura de “La rivoluzione del coniglio” con animo attento e privo di pregiudizi . Scoprirete che, affrontando consapevolmente le avversità della vita, possiamo collaborare alla costruzione di un mondo nuovo, dove l’uomo può vivere la quotidianità con benignità.

“Quando la nostra determinazione cambia, tutto comincerà a muoversi nella direzione che desideriamo. Nel momento in cui decidiamo di essere vittoriosi, ogni nervo e fibra del nostro essere si dirigerà immediatamente verso il nostro successo. Se invece pensiamo che “non ce la farò mai” allora, in quell’istante, ogni nostra cellula sarà come svuotata e soccomberà” (“La rivoluzione del coniglio” Antonello Dose – Mondadori pagg. 114/115)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...