“La psichiatra” Wulf Dorn

“Stanza numero7.
Ogni paziente ha un odore.
E’ un odore acre e penetrante.
E’ l’odore della paura.
Ma questa volta è diverso.
Perchè questa volta la psichiatra sa che la paura della paziente
diventerà anche la sua” (II p. di copertina)

la_psichiatra

E’ un grande best seller a livello internazionele, con 200.000 copie vendute solo in Italia. Donato Carrisi lo descrive così: “Ci sono posti nella mente umana che nessuno dovrebbe visitare. La psichiatra ci porta nel lato oscuro”.

Considerando l’interesse che mi spinge verso lo studio delle problematiche mentali, “La psichiatra” non ha rappresentato per me solamente un diletto, ma anche un ulteriore tassello verso nuove riflessioni che pensavo di toccare leggendo un thriller.
Devo ammettere che il finale non è per niente scontato, fino alle ultimissime pagine la mia chiave di svolta non era quella di Dorn 😀

“A volte bisogna costringere le persone a prendersi cura di sè.” (p.111)

“A volte è facile tirarsi fuori dagli impicci lasciando un numero telefonico. E’ un pò come rilanciare la palla. Un biglietto da visita o un numero annotato su un pezzo di carta, la sostanza del messaggio è sempre la stessa: Non mi sento pronto ad espormi per te. Vedi di farcela da solo. Ma, per scaricarmi la coscienza, ti do il mio numero. (p.125)

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...