“L’arte di essere fragili – come Leopardi può salvarti la vita” Alessandro D’Avenia

l_arte di essere fragili

“La disarmonia tra cuore e ragione andava riequilibrata e riparata, altrimenti il prezzo sarebbe stata la follia: pazzo è un pensiero senza cuore, così come un cuore senza pensieri. I Lumi che accettavi non erano solo quelli della ragione illuministica, ma anche quelli delle stelle, la cui luce poteva intercettare il cuore nelle tue passeggiate notturne.” (p. 59)

“L’arte di essere fragili – come Leopardi può salvarti la vita”, ossia come leggere un libro a 38 anni e rivalutare la figura del Leopardi. Non è che a scuola ci hanno raccontato menate….
gobbo era gobbo, è morto cieco, per non parlare della sua vita amorosa…
Si, era tutto questo, ma non solo. Purtroppo, quando si raggiunge l’età adulta e non si “masticano” quotidianamente i grandi scrittori, rimangono incastonati nella memoria principalmente gli stereotipi.
Il libro è scorrevole e rappresenta un epistolario tra Leopardi e D’Avenia, in cui però sono presenti solamente le lettere di quest’ultimo, il tutto intervallato da stralci e citazioni di opere del Leopardi. D’Avenia inizia ogni sua lettera con un amichevole “Caro Giacomo” perchè lo considera un amico, una parte integrante della sua vita ed un pilastro fondamentale della propria crescita umana ed intellettuale.
Abbiamo tutti paura di essere fragili e, soprattutto, di dimostrarlo agli altri, perchè questo ci rende vulnerabili agli attacchi altrui. Ma l’essere umano è precario, incompleto, fragile e solamente quando riesce a vivere accogliendo nel proprio cuore la propria incompiutezza ed i propri limiti, solamente allora potrà sperare in un’esistenza felice, accompagnata dall’amore di chi lo circonda.

“Forse allora saprebbe che solo uno è il metodo della faticosa ed entusiasmante arte di dare compimento a sè stessi e alle cose fragili, per salvarle dalla morte: l’amore.
Questo è il segreto per rinascere.
Questa è l’arte di essere fragili.” (p.200)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...