6 Giugno 2019: una serata tra musica e cultura per l’Aismac e le “sue” malattie rare

Mea culpa.
Lo ammetto, per permettervi di organizzarvi al meglio, sarebbe stato opportuno parlarvene prima, dal momento che è un evento in programma per questa sera. Ma troppo spesso mi perdo nella gestione del tran tran quotidiano, mannaggia! 😥 Proprio quello che cerco di evitare con tutte le mie forze….
Ma, premesso questo, ci tengo comunque a presentarvi il concerto di sensibilizzazione organizzato per le ore 21,00 odierne da CRESSC Torino ed AISMAC, con la partecipazione dell’acp, associazione cori piemontesi, presso l’EDUCATORIO della PROVVIDENZA – SALA ORPHEUS di Corso Trento 13 a Torino.
Sensibilizzazione sì, ma è, al contempo, un’importante occasione formativa e conoscitiva, in quanto sono contemplati anche gli interventi di medici specialisti, in primis il neo primario della neurochirurgia delle Molinette il prof. Diego Garbossa, di solidarietà, perché il ricavato della serata, ad ingresso ad offerta, verrà destinato all’Aismac per portare aventi e far nascere nuovi progetti per i pazienti affetti da Chiari e/o Siringomielia e, infine, di cultura grazie al concerto del Coro Rosamystica.
Tutto in una serata e tutta una serata per la ricerca su Chiari e Siringomielia.

Il programma del concerto spazierà da musiche rinascimentali di Byrd, Palestrina, Gallus, Hassler, da Vittoria, al romanticismo di Rheinberger, a brani contemporanei di Sentinelli, Bersani e De André.

Io ci sarò, e voi?!?

La rinascita

Smarrimento, speranza, sofferenza, pazienza, in taluni casi perdita, ma in tantissimi altri recupero ed anche, con grande impegno, rinascita.
Ci sono luoghi che richiamano in noi emozioni contrastanti.
All’inizio del percorso non sai dove ti porterà la tua strada, puoi solo affrontare con consapevolezza e caparbietà gli ostacoli che ti sbarreranno il cammino. Devi anche pensare a prepararti bene ad effettuare la scelta giusta ad ogni bivio.

Metro piazza Carducci 1

Poi, una mattina, terminata la fisioterapia, i dolori ti permettono di guardare leggermente più alto rispetto alla tua testa e ti rendi conto che la natura sta rinascenedo insieme a te, con un sereno lilla, che ti piace tanto.

Metro piazza Carducci 2

A questo punto ti rendi conto che nessun posto è buono o cattivo, sei tu a fornirgli una qualità umana che di per sè non ha.
Sei tu a cambiare e nel cambiamento puoi percepire o meno la bellezza che ti circonda.
Buona rinascita (…e primavera) a tutti.